giovedì 19 novembre 2015

UNA "MOLE" DI PANETTONI

Se nelle vetrine dei negozi si vedono già i riflessi delle luci natalizie, qualche albero decorato e i primi pacchetti incartati, sabato 21 e domenica 22 novembre 2015, si potrà sentire nell’aria già il profumo del dolce classico natalizio: il panettone.

A presentare i nuovissimi prodotti, presso l’hotel torinese Principi del Piemonte, sarà l ‘azienda che dal 1922 produce panettoni: Galup.

Pietro Ferrua, insieme a sua moglie Regina, è riuscito a far conoscere il loro prodotto nel mondo sfatando così il mito del dolce originariamente definito prettamente milanese. Il panettone Galup ha avuto immediatamente un’espansione a macchia d’olio, facendo così diventare famoso il vecchio forno in mattoni rossi dove venivano cotti e poi sfornati i primi panettoni bassi ricoperti di glassa alle nocciole delle Langhe, quei tipici dolci che avevano fatto ottenere alla famiglia Ferrua, il brevetto di “fornitore della Real Casa”.

Gli anni sono passati e il trascorso non sempre è stato felice, infatti non molto tempo fa, non era inusuale leggere della chiusura dell’azienda Galup, causa riscontrabile nelle difficoltà economiche. A dicembre 2012 quindi, la spina era stata staccata dalla storica azienda e la magia di quei caroselli interpretati da Erminio Macario, dove venivano raccomandati i panettoni dell’azienda di Pinerolo, sembrava tempo molto lontano.

Solamente l’anno seguente, nel 2013, i titoli che vennero riportati sui giornali, cambiarono carattere “Galup è tornata a vivere”. Da quando la famiglia Ferrua ha ceduto l’azienda, l’assetto societario è variato e la proprietà è ora nelle mani della GLP s.r.l., detenuta al 90% dalla TCN di Giuseppe Bernocco, Presidente.

I cambiamenti, ma soprattutto i rinnovamenti non si sono fatti aspettare, infatti sono stati immediatamente inseriti dolci a forma di cuore per S. Valentino, così come colombe per Pasqua.

Quest’anno le innovazioni per Natale sono state molteplici, è stata studiata una linea benessere, che comprende panettoni integrali, bio e bianca, una linea senza zucchero. Sono stati pensate anche piccole varianti per il Gran Galup Classico, realizzato anche nella versione con fragoline.
I cambiamenti però non sono stati apportati solamente al panettone in sé, ma pure al packaging che cattura l’attenzione anche dei meno attenti.

Galup parteciperà a Una Mole di Panettoni per fare conoscere ma soprattutto gustare, le novità che verranno portate sulle tavole italiane nel giorno di Natale.

Nessun commento:

Posta un commento