giovedì 16 gennaio 2014

VII Giornata Internazionale delle Cucine Italiane

L’obiettivo dell’iniziativa, che vedrà impegnati migliaia di chef, ristoratori e amanti della cucina italiana in tutto il mondo, è quello di difendere l’autenticità del nostro prezioso patrimonio enogastronomico.
Il piatto che verrà celebrato quest’anno è “Spaghetti al pomodoro e basilico”

Salvaguardare il Made in Italy in tutti i settori sta diventando sempre più un’esigenza fondamentale. La “cucina italiana” merita di essere difesa in tutto il mondo perché si tratta di un’eccellenza, IDIC -International day of Italian Cuisines, mira a tutelare il diritto dei consumatori di godere di una cucina italiana e di qualità quando si recano in un ristorante etichettato come “italiano”, a combattere le frodi alimentari e a promuovere un patrimonio unico al mondo. 

Ogni anno i cuochi e i ristoratori aderenti cucinano, in qualsiasi parte del mondo essi si trovino, un piatto della nostra tradizione secondo una ricetta autentica. La manifestazione è promossa e coordinata da itchefs-gvci.com, che fa capo a un network di oltre 1900 cuochi, ristoratori e culinary professional che lavorano in 70 paesi diversi e che quotidianamente si ritrovano nel Gruppo Virtuale Cuochi Italiani (GVCI).

La settima edizione dell’originale iniziativa va in scena il 17 gennaio e l’Italia sarà in prima linea con Grand Hotel Villa Torretta, location storica d’eccezione alle porte di Milano. Protagonisti assoluti quest’anno saranno gli Spaghetti al pomodoro e basilico, piatto emblematico in cui si cimenteranno tutti gli chef aderenti all’iniziativa d dalla Nuova Zelanda, agli Usa, dalla Cina agli Emirati Arabi, dall’Italia al Sudafrica.

Tante le attività proposte al Grand Hotel Villa Torretta: dalle ore 18.00 ci sarà un momento culturale di discussione sulle tecniche antiche e moderne per gli Spaghetti perfetti, aperto a pubblico e stampa, – in collegamento diretto con New York e con lo Chef Enrico Bartolini (2 stelle Michelin), fulcro propulsore della manifestazione – durante il quale lo stellato Tano Simonato del famoso “Tano passami l’Olio” di Milano, proporrà un excursus sulle diverse tipologie di olio, l’esperta di cucina e insegnate Francesca D’Orazio parlerà della pasta e lo Chef di fama internazionale e vicepresidente (GVCI) Giacomo Gallina spiegherà tutto ciò che ruota attorno ad un’ottima salsa al pomodoro; lo Chef Angelo Nasta, de Il Vico della Torretta rinomato ristorante della Villa seicentesca, premiato per il miglior Risotto alla milanese, racconterà e farà assaggiare la sua personale proposta di Spaghetti.

Dalle ore 19.30 Francesca D’Orazio e Giacomo Gallina propongono una speciale lezione di cucina (al costo di 35€ a persona) tutta incentrata sul piatto celebrativo durante il quale sarà possibile imparare trucchi pratici e nozioni approfondendo le origini degli Spaghetti al pomodoro e basilico.
Per ulteriori informazioni e per la ricetta tradizionale:




Grand Hotel Villa Torretta, via Milanese 3, Sesto San Giovanni, Milano, tel. 02241121 
Segnaliamo che è in funzione la nuova linea metropolitana M5 (linea Lilla), a 300 metri dall’ Hotel fermata BIGNAMI.


Autore della pubblicazione:
Michela Mezzolo
Ufficio Stampa ANFAO e MIDO
Fast-com

Nessun commento:

Posta un commento