domenica 8 gennaio 2017

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "LA PIZZA AL MICROSCOPIO" ALLA SCUOLA DI RISTORAZIONE & PANIFICAZIONE


Il libro LA PIZZA AL MICROSCOPIO è stato scelto dalla Scuola di Ristorazione & Panificazione  come libro di testo ai corsi e sarà presentato dagli autori, Walter Caputo e Luigina Pugnosabato 14 gennaio 2016 alle ore 9,00 presso il Ristorante Pizzeria "Le Camelie" a Flumini di Quartu in provincia di Cagliari, in viale Leonardo da Vinci 205 


La Scuola di Ristorazione e Panificazione nasce nel novembre 2016 da una forte sinergia ed una grande amicizia che accomuna i fondatori e i docenti, basata da anni di  esperienze sia all'estero che in Italia. 

La scuola non si occupa solo ed esclusivamente di panificazione a 360 gradi ma anche di corsi di ristorazione, affiancandosi a chef stellati italiani e non. 

I corsi spaziano quindi dalla panificazione, alla formazione di cuochi alla formazione di barman alla formazione di latte art e tutto ciò che riguarda il mondo del food.

A partire da marzo 2017 tutti i corsi saranno in più i certificati ISO 9001 con contributi da parte della Regione Autonoma Sardegna, per fare in modo che tutti possano imparare un mestiere e divulgare l'arte del cibo italiano. 

La scuola è formata da sei persone:  Claudio Stara, Camillo Caddeo,  Giuliano Marongiu, Alessandro Zara, Simone Tocco e Cristian Tolu, ognuno con capacità diverse ma tutti con lo stesso obiettivo: divulgare il mondo della panificazione e della ristorazione, non sono sul territorio nazionale. 

I corsi sono aperti a tutti, e per quanto riguarda la panificazione sono tenuti dagli stessi fondatori,  andando a spaziare da ogni tipo di lavorazione sia per pizza classica sia per impasti ad alta idratazione, sia ad impasti indiretti, autolisi,  idrolisi, lievito madre, fermentazioni spontanee e, per ultima ma non per importanza, la pizza verace napoletana metodo Camillo Caddeo (che sta per diventare un marchio registrato).
.
Il metodo Camillo Caddeo nasce nel 2016 dopo anni e anni di prove di ricerca a partire dalla materia prima la farina, cercando di utilizzare sempre solo grani e ingredienti Slow Food italiani 

Il metodo Camillo Caddeo per pizza verace napoletana nasce in primis come una passione, anche se il fondatore non ha origini partenopee. È la pizza per eccellenza (senza nulla togliere alle altre tipologie di pizza che troviamo lungo la nostra penisola)

Si è deciso di introdurlo nel corsi: è un metodo che prevede ore di maturazione un blend di farina ed è un ibrido tra un impasto diretto e un impasto indiretto.

Se volete sapere con certezza di cosa si tratta a marzo del 2017 partiranno i primi corsi in tutta Italia per pizza verace napoletana Metodo Camillo Caddeo, verace per passione.

Presentazione del libro
LA PIZZA AL MICROSCOPIO
Sul sito di Feltrinelli editore 
La rassegna stampa sul blog degli autori
La recensione del libro su Clinica e Benessere e su Gravità Zero 

Sabato 14 gennaio 2016 alle ore 9,00
Inaugurazione della Scuola di Ristorazione & Panificazione 
presso il Ristorante Pizzeria "Le Camelie" 
viale Leonardo da Vinci 205 
Flumini di Quartu Sant'Elena (CA) 

domenica 11 dicembre 2016

Il Panettone Galup é buono e solidale!


Anche questo Natale Galup sostiene diverse realtà benefiche che si occupano di chi è meno fortunato.

Presso gli oltre 300 punti vendita Simply Market, Punto Simply, La Bottega Simply, PrestoFresco e Supermercati Borello sarà possibile acquistare i Panettoni Galup dedicati alla FFC-Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus.  Per ogni Panettone venduto saranno versati 2 € alla Fondazione.

Galup supporta inoltre La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus, Area Onlus, La Rosa Blu ANFFAS di Savigliano e ADMO Fed. It. ONLUS, che grazie alla vendita dei Panettoni Galup potranno finanziare parte dei loro numerosi progetti.



GOLOSITALIA E ALIMENT EDIZIONE 2017

Dopo il successo della scorsa edizione, Golositalia&Aliment torna al Centro Fiera del Garda di Montichiari (Brescia) dal 25 al 28 febbraio 2017.

La sua nuova formula unica nel suo genere, coniuga le ultime novità del professional equipment, ai prodotti tipici delle regioni italiane e di svariati paesi esteri, con la possibilità di acquistare e degustare prodotti spesso introvabili.

L'edizione 2017 vede un'ulteriore crescita con la presenza di sei padiglioni, di cui tre dedicati al mondo professionale e sei le aree tematiche: food, wine, beer, biovegan-gluten free, professional technology & restaurant e franchising.
"Quest'anno – spiega Mauro Grandi, direttore di Golositalia - pensiamo di arrivare a 78.000 presenze.

La crescita dell’evento è sottolineata anche dal pubblico sempre piu’ numeroso degli operatori professionali, come ristoratori, gestori di bar, birrerie e gelaterie, catering e grossisti specializzati, ma anche buyer e operatori della GDO".

 Novità di quest'anno sarà l'Arena Eventi, uno spazio in cui gli chef saranno protagonisti di show cooking e dibattiti con un confronto diretto con il pubblico.
Confermata la presenza del Maestro pasticcere di fama internazionale Ernst Knam.

Completa il calendario degli eventi un fitto programma di corsi di cucina, convegni, seminari e dimostrazioni, rivolti sia agli operatori del settore, ma anche agli appassionati che intendono mettersi in gioco. Le tematiche spazieranno dai corsi di pasticceria a tematiche ormai attuali come intolleranze o allergie, con la simpatica introduzione di vere e proprie Master Class guidate da sommelier e degustatori.

 Da segnalare anche un nuovo concorso per Bartender e la nuova edizione del Trismoka Challenge, il concorso che selezionerà il miglior barista di Brescia e Bergamo per la finale del Campionato Italiano Baristi e Caffetteria.

Il calendario completo degli eventi, con le descrizioni, i costi e altre informazioni su www.golositalia.it. Ingresso: € 8. Ingresso gratuito per disabili e bambini fino ai 10 anni, biglietto ridotto ad € 6 per le scolaresche.



venerdì 9 dicembre 2016

Golositalia dove il cibo fa spettacolo

Golositalia&Aliment torna al Centro Fiera del Garda di Montichiari (Brescia) dal 25 al 28 febbraio 2017. Dopo il successo della scorsa edizione, frequentata da oltre 70.000 persone, ci sono tutte le premesse per confermare - e ulteriormente accrescere - il consenso verso una formula unica nel suo genere, che coniuga le ultime novità del professional equipment ai prodotti tipici delle regioni italiane e di svariati paesi esteri. Un evento che interessa tanto il pubblico professionale quanto gli appassionati di enogastronomia che qui possono conoscere, degustare ed acquistare prodotti spesso introvabili. L'edizione 2017 vede un'ulteriore crescita rispetto all'anno precedente, non solo nelle dimensioni, ma anche nella qualità dell'offerta. 640 espositori, il 15% in più rispetto al 2016, suddivisi in sei padiglioni, di cui tre dedicati al mondo professionale. Sei le aree tematiche: food, wine, beer, bio-vegan-gluten free, professional technology & restaurant e franchising. "Quest'anno – spiega Mauro Grandi, direttore di Golositalia - pensiamo di arrivare a 78.000 presenze. È un evento molto sentito nel territorio a cui la gente sente di non poter mancare, ma sta crescendo anche il pubblico degli operatori professionali, come ristoratori, gestori di bar, birrerie e gelaterie, catering e grossisti specializzati, ma anche buyer e operatori della GDO". Novità di quest'anno sarà l'Arena Eventi, uno spazio in cui gli chef saranno protagonisti di show cooking e dibattiti con un confronto diretto con il pubblico. Tra le presenze finora confermate spicca il nome del maestro pasticcere di fama internazionale Ernst Knam. Completa il calendario degli eventi un fitto programma di corsi di cucina, convegni, seminari e dimostrazioni, rivolti sia all’operatore del settore che vuole aggiornarsi, sia all'appassionato che intende mettersi alla prova. Molto varie le tematiche affrontate: dai corsi di pasticceria pensati per i più golosi a quelli per chi convive con intolleranze o allergie; dai consigli per avviare un bar o un'altra attività nel campo dell'enogastronomia alle Master Class con sommelier e degustatori. Da segnalare anche un nuovo concorso per Bartender e la nuova edizione del Trismoka Challenge, il concorso che selezionerà il miglior barista di Brescia e Bergamo per la finale del Campionato Italiano Baristi e Caffetteria. Il calendario completo degli eventi, con le descrizioni, i costi e altre informazioni su www.golositalia.it. Ingresso: € 8. Ingresso gratuito per disabili e bambini fino ai 10 anni, biglietto ridotto ad € 6 per le scolaresche.

venerdì 25 dicembre 2015

CONVENZIONE SDL CENTROSTUDI E MINISTERO DELLA DIFESA

SDL CENTROSTUDI S.p.A ha rinnovato l’accordo con l’importante Istituzione Italiana quale è lo STATO MAGGIORE DELLA DIFESA.

Per continuare un’attività di tutela da vessazioni bancarie e finanziarie in favore del proprio personale dei Ruoli Militari e Civili delle Forze Armate Italiane (e di tutte le loro famiglie).

Visitando il sito SDL CENTROSTUDI alla sezione “CONVENZIONI” troverete appunto la convenzione stessa nonché la lettera informativa che verrà inviata – per le necessità operative di profilatura – al personale delle Forze Armate, che verrà pubblicata su tutti e da tutti i siti internet ed intranet afferenti allo Stato Maggiore della Difesa.

La convenzione sarà gestita in un modo assolutamente innovativo.

Il personale dei Ruoli Militari e Civili delle FF.AA. potrà rivolgersi direttamente ad SDL CENTROSTUDI scrivendo ad un indirizzo email appositamente creato: convenzione.difesa@sdlcentrostudi.it

Personale interno allo staff SDL Centrostudi, già adeguatamente formato, gestirà le varie richieste che perverranno per poi indirizzarle alle Business Unit di competenza coinvolte.

In allegato 
Riportiamo di seguito i passaggi della convenzione 

Informazione per il Personale dipendente dell’Amministratore della Difesa Ruoli Militari e Civili delle Forze Armate VERIFICA GRATUITA ED EVENTUALE RECUPERO SOMME PER INTERESSI ULTRALEGALI SU MUTUI - CONTRATTI DI CESSIONE DEL QUINTO DELLO STPENDIO - PRESTITI PERSONALI IN SOFFERENZA O RINEGOZIATI - CARTE DI CREDITO REVOLVING - CONTI CORRENTI AFFIDATI - CARTELLE ESATTORIALI.


SDL Centrostudi
È ben nota l’attenzione e la sensibilità dello Stato Maggiore della Difesa per la condizione delle famiglie del personale dei Ruoli Militari e Civili delle Forze Armate. Spesso le famiglie si trovano a dover affrontare i riflessi quotidiani di problemi generali dell’economia e della società. Purtroppo nell’attuale congiuntura si aggiungono ulteriori difficoltà e penalizzazioni, laddove talune aziende dei servizi bancari, finanziari e assicurativi applicano condizioni scorrette o comunque penalizzanti.

Tutte le volte che una famiglia si trova a fronteggiare queste situazioni, essa subisce un costo in termini di privazione della serenità e di preoccupazioni che conseguono. A seguito di interventi di tutela è possibile alleviare i disagi e ripristinare, ove fossero venute meno, condizioni di correttezza tra istituti finanziari, bancari, assicurativi, fiscali e utenti. Consapevole di ciò, la società SDL Centrostudi ha avviato un dialogo con lo Stato Maggiore della Difesa al fine di individuare soluzioni idonee e alleviare le difficoltà del Personale dipendente civile e militare e ha proposto allo Stato Maggiore della Difesa, che l’ha accolta, una Convenzione per servizi di verifica e eventuali riscontro delle anomalie attraverso un’attività di tutela per tutti gli appartenenti (compresi quelli in quiescenza) alle Amministrazioni militari e dei loro familiari. I prodotti in esame sono mutui, contratti di cessione del quinto dello stipendio, prestiti personali in sofferenza o rinegoziati, cosiddette carte revolving, conto correnti affidati, nonché cartelle esattoriali. In virtù di questa convenzione si offrono servizi gratuiti per rilevale le anomalie prima ricordate e condizioni vantaggiose nel caso si decidesse di procedere ad una azione attraverso la quale in taluni casi è persino possibile ottenere la integrale restituzione delle somme indebitamente fatte pagare che si articola in tre fasi successive:
  1. 1)  Analisi preliminare di tutti i rapporti contrattuali in materia di mutuo, prestito, conto corrente, carte di credito, assicurazioni, cartelle esattoriali. Questa fase, detta di pre-analisi, si conclude con la redazione di un Estratto Peritale GRATUITO, poiché i costi sono a carico della Fondazione non profit che collabora con la società SDL Centrostudi;
  2. 2)  Dopo l’esame del quadro dettagliato della propria situazione, laddove emergano concrete possibilità o di riduzione della pressione finanziaria o addirittura di recupero di somme e ingiuste penalizzazioni, il cliente può decidere se procedere tecnicamente verso la controparte;
  3. 3)  Nel caso che il cliente decidesse di avvalersi della tutela tecnica di SDL Centrostudi poiché vi è altissima possibilità di ottenere un risultato positivo potrà far seguire la Perizia Certificata e Asseverata per contestare alla controparte le somme indebitamente fatte versare;
  4. 4)  SDL Centrostudi procederà con la propria struttura tecnica per la risoluzione del contenzioso a vantaggio della famiglia del dipendente dell’Amministrazione della Difesa.
    Nella proposta di Convenzione, accolta dallo SMD, si fissano le seguenti condizioni a favore del personale dipendente civile e militare delle FF.AA., attualmente in servizio e non più in sevizio e ai loro familiari:


    1. a)  Servizio di tutela sui MUTUI: tariffa pari a 2.300 euro (duemilatrecento/00 euro) iva compresa, rispetto al prezzo di listino ordinario che è pari a 2.800 euro.
    2. b)  Modalità di pagamenti (in deroga alla modalità ordinaria che prevede sia totale immediato)
      • -  50% alla sottoscrizione del contratto (con avvio immediato delle procedure per la stesura peritale)
      • -   25% 30gg dalla sottoscrizione
      • -  Saldo 60gg dalla sottoscrizione

    3. c)  Sulle somme recuperate a vantaggio della famiglia si applica una percentuale per i costi dei servizi SDL Centrostudi stabilità come pari al 20% (anziché il 25% previsto in assenza di convenzione).

    GESTIONE DEL DEBITO DELLE FAMIGLIE 
    Per i prodotti che riguardano la gestione del debito delle famiglie (prestiti rinegoziati, cessione del V dello stipendio, ecc.) tutta l’attività viene svolta a titolo gratuito. A SDL Centrostudi verrà riconosciuta una percentuale che varia dal 35% (invece del 40%) del recuperato o minor debito se la cifra è minore di 5.000 euro, al 30% (invece del 35%) del recuperato o minor debito se la cifra è maggiore di 5.000 euro. 

    ALTRI PRODOTTI 
    Per tutti gli altri prodotti offerti da SDL Centrostudi si applica uno sconto pari al 20% sul prezzo di listino. 

    NOTA BENE 
    Le perizie di SDL Centrostudi SpA sono coperte da assicurazione di tutela legale totale per cui il cliente recupera le spese sostenute in caso di soccombenza oltre alla restituzione del 100% di quanto versato per l’acquisto della perizia. Il cliente che si affida a SDL Centrostudi SpA pertanto “o vince o non perde”. In aggiunta ai sopracitati vantaggi, al personale che invierà documentazione per l’elaborazione dell’estratto peritale gratuito, sarà proposto di aderire all’Associazione SDL per la tutela dei Consumatori e degli Utenti a titolo assolutamente gratuito per l’acquisizione della Carta Servizi anch’essa gratuita che permette l’accesso ad ulteriori vantaggi (VDS facsimile allegato). Per avere tutte le informazioni utili a il supporto nella risoluzione delle problematiche finanziarie, accedendo alla convenzione occorrerà:


    1. 1)  Contattare il personale incaricato SDL al seguente indirizzo di posta elettronica: convenzione.difesa@sdlcentrostudi.it
    2. 2)  Dimostrare l’appartenenza alle FF.AA. propria o del proprio familiare inviando copia della tessera mod. AT o altro documento comprovante l’appartenenza. Cordiali saluti SDL Centrostudi SpA Mazzano, 05/11/2015 
ARTICOLI CORRELATI 

- USURA BANCARIA: LA SOLUZIONE DI SDL CENTROSTUDI È NELL'ECONOMETRIA
 - SDL CENTROSTUDI: UN VADEMECUM PER DIFENDERSI DALLE BANCHE
 - SDL CENTROSTUDI: RISULTATI RECORD


mercoledì 2 dicembre 2015

IL RISTORANTE, IN BICICLETTA, A CASA TUA!

Il momento del pasto, si sa: è sacro. Quante volte non si vede l’ora di staccare la spina per un’oretta, allentando le cinture e dando ampia vita alle nostre papille gustative. Che sia la famigerata pausa pranzo, che tutti i lavoratori aspettano con ansia, una cena tête-à-tête o il classico pranzo in famiglia della domenica, poco importa, l’obiettivo è sempre uno: stare rilassati e godersi quella piccola pausa quotidiana. 
Ecco, è proprio qui che subentrano, stress, la non capacità a cucinare, le polpette bruciate, la pasta scotta, i brontolii in sottofondo.

Ora, proviamo immaginare una realtà diversa, le quali caratteristiche si possano concentrare su di uno smartphone e un imbarazzo di scelte. 

Questo è più o meno il concept della nuova innovativa start-up Foodora, che ha come obiettivo di portarti a casa il ristorante, il tutto in bicicletta.

Foodora appartiene al gruppo tedesco Rocket Internet, fondato a Monaco nel 2014, ora è arrivato anche in Italia, prima a Milano e poi a Torino, e la crescita di ordinazioni con un solo click, si è ampliata a macchia d’olio. 

La piattaforma online www.foodora.it, permette di prenotare con pochi click, un piatto di qualità, che verrà consegnato direttamente all’indirizzo indicato, in soli 30 minuti. 

Questa scelta è stata calibrata sul voler replicare l’esperienza del ristorante, grazie sia alla rapidità di consegna, che al packaging, molto curato, nel quale si ricevono i piatti ordinati, il tutto pagando solamente 2.90 di commissione per l’ordinazione.

I fautori che hanno voluto portare questa innovativa start-up in Italia, sono due ragazzi molto giovani, di 28 e 27 anni, Gianluca Cocco e Matteo Lentini, entrambi Co-Managing Director di Foodora. 
Il loro obiettivo ora, è quello di ampliare ancora di più il raggio di azione di questo servizio, acquisendo così, all’interno di Foodora, nuovi ristoranti, arrivando sulle tavole di un numero sempre maggiore di italiani. 

Questa start-up vuole, inoltre, proporsi come nuova opportunità di lavoro: per i ristoratori che trovano nuovi clienti, ma anche per i fattorini che consegnano i piatti a domicilio, sotto regolare contratto, ma anche per i giovani startupper che quotidianamente portano avanti questa rivoluzione digitale nel mondo del food italiano.

Non dimentichiamoci l’importanza che Foodora riserva all’impatto ambientale: le consegne vengono quasi esclusivamente effettuate in bicicletta.

Quandi, cosa si aspetta? Si scarica l’app di Foodora, gratuitamente, o si accede al sito internet www.foodora.it, si inserisce il proprio indirizzo, si passa quindi alla scelta del piatto, il pagamento può essere effettuato in modalità online, tramite PayPal o carta di credito e poi si aspetta all’incirca una trentina di minuti per poter gustare il piatto prescelto.




  

giovedì 19 novembre 2015

UNA "MOLE" DI PANETTONI

Se nelle vetrine dei negozi si vedono già i riflessi delle luci natalizie, qualche albero decorato e i primi pacchetti incartati, sabato 21 e domenica 22 novembre 2015, si potrà sentire nell’aria già il profumo del dolce classico natalizio: il panettone.

A presentare i nuovissimi prodotti, presso l’hotel torinese Principi del Piemonte, sarà l ‘azienda che dal 1922 produce panettoni: Galup.

Pietro Ferrua, insieme a sua moglie Regina, è riuscito a far conoscere il loro prodotto nel mondo sfatando così il mito del dolce originariamente definito prettamente milanese. Il panettone Galup ha avuto immediatamente un’espansione a macchia d’olio, facendo così diventare famoso il vecchio forno in mattoni rossi dove venivano cotti e poi sfornati i primi panettoni bassi ricoperti di glassa alle nocciole delle Langhe, quei tipici dolci che avevano fatto ottenere alla famiglia Ferrua, il brevetto di “fornitore della Real Casa”.

Gli anni sono passati e il trascorso non sempre è stato felice, infatti non molto tempo fa, non era inusuale leggere della chiusura dell’azienda Galup, causa riscontrabile nelle difficoltà economiche. A dicembre 2012 quindi, la spina era stata staccata dalla storica azienda e la magia di quei caroselli interpretati da Erminio Macario, dove venivano raccomandati i panettoni dell’azienda di Pinerolo, sembrava tempo molto lontano.

Solamente l’anno seguente, nel 2013, i titoli che vennero riportati sui giornali, cambiarono carattere “Galup è tornata a vivere”. Da quando la famiglia Ferrua ha ceduto l’azienda, l’assetto societario è variato e la proprietà è ora nelle mani della GLP s.r.l., detenuta al 90% dalla TCN di Giuseppe Bernocco, Presidente.

I cambiamenti, ma soprattutto i rinnovamenti non si sono fatti aspettare, infatti sono stati immediatamente inseriti dolci a forma di cuore per S. Valentino, così come colombe per Pasqua.

Quest’anno le innovazioni per Natale sono state molteplici, è stata studiata una linea benessere, che comprende panettoni integrali, bio e bianca, una linea senza zucchero. Sono stati pensate anche piccole varianti per il Gran Galup Classico, realizzato anche nella versione con fragoline.
I cambiamenti però non sono stati apportati solamente al panettone in sé, ma pure al packaging che cattura l’attenzione anche dei meno attenti.

Galup parteciperà a Una Mole di Panettoni per fare conoscere ma soprattutto gustare, le novità che verranno portate sulle tavole italiane nel giorno di Natale.